sabato 28 giugno 2014

CAKE POPS (salati)


Ricetta base per 24 cake pops salati
ingredienti:
2 uova
40 g di farina 00
40 g di amido (o maizena, o frumina oppure fecola di patate)
80 g di burro morbido
2 cucchiai di grana grattugiato
1 pizzico di sale fino
1 cucchiaino raso da caffè di lievito istantaneo per impasti salati

Preparazione:
accendere la piastra ed intanto mettere tutti gli ingredienti insieme nel frullatore.
Frullare fino a quando si saranno ben amalgamati.
Quando la piastra per cake pops sarà pronta, distribuire l'impasto negli spazi appositi con un cucchiaino o una siringa, riempiendoli fino all'orlo.
Chiudere il coperchio e cuocerli per qualche minuto.

* Per quelli della foto all'impasto ho aggiunto del basilico tagliato a striscioline e pezzetti di pomodori secchi. Li ho poi farciti con mozzarella, cetriolo e pomodorini datterini. Si prestano a molte varianti, tenendo come base le dosi della ricetta*



SCATOLA MAGICA


I regali cominciano dal pacchetto...
Questa semplicissima scatolina può essere ricavata da qualsiasi foglio di cartoncino (anche usato) con le facili spiegazioni di seguito.

Decorata con fantasia diventa essa stessa un dono riutilizzabile per chi la riceve.

Esempi:
1. Scatolina realizzata con il cartoncino dell'interno di una confezione di biscotti.
2. Scatolina realizzata con l'interno di un contenitore di cialde per caffè espresso.

3. Scatoline realizzate con dei fogli nuovi di cartoncino colorato...
Alla fantasia non c'è limite!

Fatta con il cartoncino interno di una confezione di biscotti, può anche essere utilizzata senza decorazione.
La piegatura e chiusura della scatolina non richiede l'uso di colla in questo caso.


*particolare della chiusura


*le linee continue sono le parti da ritagliare, quelle tratteggiate invece sono quelle da piegare. Riportare il disegno su foglio di carta millimetrata e ritagliarlo. Appoggiare la sagoma così ottenuta sul foglio di cartoncino scelto fissandolo con delle graffette per fogli (se servono) e ritagliare il cartoncino seguendo la sagoma, utilizzando forbici o taglierino. Piegare lungo le linee tratteggiate confezionando così la scatolina, usando eventualmente della colla per ottenere maggiore stabilità.
Buon divertimento!* 

martedì 24 giugno 2014

MOSTARDA DI PERE (con l'essiccatore)



Ingredienti:
1.2 kg di pere di San Giovanni, non mature (un poco acerbe)
½ kg abbondante di zucchero
1 litro di vino bianco secco
1 litro d’acqua
1 cucchiaino o più (a seconda del gusto personale) di senape piccante in polvere

Preparazione:
lavare e sbucciare le pere, tagliarle a metà per lungo e togliere i semini. Metterle in un recipiente e mescolarle delicatamente a metà dello zucchero.
Farle riposare ½ giornata,  scolarle dal liquido zuccherino che si sarà formato ed a questo aggiungere un ulteriore litro d’acqua.
Mettere il recipiente sul fuoco e far bollire lo sciroppo per almeno 10 minuti (bastano per finire di sciogliere lo zucchero). Aggiungere poi le pere facendole cuocere fino a quando risulteranno morbide.
Sgocciolarle quindi dal liquido e posizionarle sulla gratella dell’essiccatore, facendole asciugare per circa un’ora e mezza a 60°.
Quando saranno pronte, trasferirle in piccoli vasetti e preparare lo sciroppo per coprirle.
Preparare uno sciroppo con il vino e lo zucchero rimasto, facendo bollire fino ad ottenere la densità giusta. Aggiungere la senape allo sciroppo dosandola con il cucchiaino e versarlo sui vasetti a coprire le pere.


Conservare i vasetti in luogo fresco ed al riparo dalla luce.

*Con queste dosi per la mostarda si può utilizzare anche altra frutta: mele, un altro tipo di pere, fichi. La frutta non deve essere matura. La mostarda che si ottiene è ottima, anche se diversa da quella che si acquista nei negozi...*

domenica 22 giugno 2014

PASTICCIO DI ZUCCHINE (grigliate) E CRESPELLE (salate)


Servono:
Zucchine freschissime non tanto piccole
formaggi assortiti: parmigiano, montasio, mozzarella...(quello che avete)
poco pangrattato
sale e pepe
1-2 cucchiai di olio per la griglia
prezzemolo, erba cipollina, maggiorana da aggiungere all'impasto per le crespelle.

Preparazione:
Tagliare per lungo le zucchine a fette alte circa 2 mm, cospargerle di sale fino e metterle man mano in uno scolapasta.
Preparare l'impasto per le crespelle ed aggiungere a questo le erbe finemente tritate.
Intanto che l'impasto riposa, grigliare le zucchine (che avranno cominciato a perdere l'acqua di vegetazione) ungendo con poco olio la griglia all'occorrenza.
Cuocere poi le crespelle e tagliare i formaggi a fettine sottili.

Disporre poi sul fondo di una pirofila un primo strato di crespelle, poco formaggio e proseguire con le fette di zucchine grigliate spolverate con poco pan grattato ed altro formaggio. Poi di nuovo crespelle, formaggio, zucchine...fino ad ottenere 4 strati. Chiudere con le zucchine, pangrattato, formaggio.

Inserire la pirofila nel forno già caldo a 200° e cuocere fino a quando sulla superficie si sarà formata una bella crosticina dorata.

* Buono anche freddo o tiepido, questo pasticcio può essere ulteriormente arricchito con fettine d'uovo sodo, con prosciutto cotto diventando così più sostanzioso, ma allo stesso tempo, non pesante*


LE CRESPELLE (SALATE O DOLCI)


Ingredienti:
250 g di farina 00
500 g di latte
4 uova
sale
40 g di burro fuso
10 g di burro per ungere la padella

Preparazione:
mettere la farina in una terrina ed aggiungere la metà del latte mescolando con una frusta in modo che non si formino grumi. Continuando a sbattere con la frusta aggiungere poi le 4 uova intere leggermente sbattute. Unire infine il latte rimanente, il burro fuso ed un pizzico di sale.

*Le crespelle possono a questo punto essere insaporite con erbe, noce moscata, formaggio grattugiato o altro se è prevista una ricetta salata.
Nel caso di una ricetta dolce, che preveda anche la semplice farcitura con nutella o marmellata, aggiungere invece poco zucchero ed altri aromi a piacere.*

Far riposare l’impasto coperto per circa un’ora .

Cottura:
ungere la padella solamente la prima volta con 10 g di burro.
Con un mestolino dosare l’impasto che andrà velocemente distribuito sul fondo della padella roteando la stessa. La crespella si gira con una paletta quando il bordo comincia a staccarsi, per terminare la cottura anche sull’altro lato.
Il burro che si trova già nell’impasto basterà per evitare di ungere la padella in seguito.


* le crespelle preparate in anticipo si conservano in frigo per un paio di giorni oppure, separate l’una dall’altra con fogli di carta-forno, si possono anche congelare (sistemandole luna sull’altra) avvolte poi in pellicola trasparente.*

venerdì 20 giugno 2014

PASTELLA RIVESTITUTTO PER FRITTI (dolci e salati)

Modulo:
1 uovo
20 g di vino bianco secco
20 g farina
1 pizzico di sale

Preparazione:
per rivestire e friggere zucchine (tagliate a bastoncini), pomodori datterini e foglie di salvia ho usato 3 uova.
Separare gli albumi dai tuorli ed a questi ultimi unire 60 g di vino bianco secco e 60 g di farina.
A parte montare gli albumi a neve ferma con un pizzico di sale fino.
Rovesciare la preparazione con i tuorli nel recipiente degli albumi mescolando delicatamente dal basso verso l'alto facendo in modo che l'albume non smonti.
Si otterrà una pastella consistente molto soffice.
Passare le verdure nella pastella e friggerle in olio d'arachidi.
Quando saranno ben dorate passarle su della carta assorbente e cospargerle con poco sale fino (io ho usato quello aromatizzato con bucce di limone in polvere)

PER RIVESTIRE LA FRUTTA (mele a fette, albicocche, ciliegie, banane...) usare vino bianco dolce (al posto di quello secco) e cospargere alla fine con zucchero a velo.

giovedì 19 giugno 2014

PERE AGRODOLCI ( AL VINO ROSSO)

 Ingredienti:
1 kg di pere piccole di San Giovanni, sode e sane, lavate accuratamente senza sbucciarle, lasciando attaccato un piccolo pezzetto di picciolo
2,5 dl di aceto di mele (o di aceto bianco)
1/2 litro di vino rosso
120 g di zucchero
150 g di miele
4 chiodi di garofano
la scorza di un'arancia non trattata a filetti
2 pezzetti di cannella
1 baccello di vaniglia
6 grani di pepe nero

Preparazione:
portare ad ebollizione in una casseruola dai bordi alti. l'aceto con il vino, lo zucchero, il miele e le spezie, assieme alla scorza. Coprire e cuocere coperto ed a fuoco lento per 5 minuti.
Aggiungere le pere, coprire e cuocere per altri 10 minuti scolandole poi (facendo attenzione a non romperle...) e trasferendole  nei vasi, comprimendole con delicatezza.
Abbassare la fiamma e, mentre lo sciroppo continua a bollire, versarlo sui vasi con le pere tappandoli subito e capovolgendoli si favorirà la formazione del sottovuoto.
Conservare i vasetti con le pere al fresco per almeno 4 settimane prima di gustarli.

*le pere estive vanno raccolte e consumate subito, oppure conservate perché non hanno lunga durata*

mercoledì 18 giugno 2014

POLPETTE DI ZUCCHINE (in "Saor")


Ingredienti per le polpette:
zucchine fresche da grattugiare finemente e mettere a perdere l'acqua cosparse con del sale fino.
Dopo averle strizzate bene tenere la quantità di 700 g.
70 g di pane raffermo (o pane grattugiato) o più per raggiungere la consistenza desiderata.
50 g di formaggio grattugiato (a piacere)
2 uova
sale fino per cospargere le zucchine
alcune foglie di basilico
un mazzetto di prezzemolo
olio di semi per friggere

per il "Saor":
una grossa cipolla bianca affettata molto sottilmente
1/2 bicchiere di olio d'oliva
1-2 cucchiai di zucchero di canna
1 bicchiere scarso di aceto di mele
2 cucchiai di pinoli

Preparazione:
dopo aver messo le zucchine a perdere l'acqua ed averle strizzate bene, unire le uova e gli altri ingredienti, compresi basilico e prezzemolo tritati finemente. Non aggiungere sale.
Mettere l'impasto a riposare al fresco per un'ora circa, per fare in modo che il pane secco si reidrati, rendendo l'impasto stesso più consistente.
Formare poi delle polpettine delle dimensioni di una grossa noce e passarle in un velo di pangrattato.
Versare in una padella l'olio di semi, di livello tale che da immerse le polpette il livello dell'olio arrivi fino a metà altezza di queste.
Friggere quindi tutte le polpettine dorandole bene e metterle poi a perdere l'unto ed a raffreddare.

Preparare il Saor facendo appassire nell'olio d'oliva la cipolla bianca già affettata, fino a quando diventa morbida e trasparente. Aggiungere lo zucchero continuando a mescolare finché si sarà sciolto.
Versare poi infine l'aceto mescolando bene per amalgamare gli ingredienti ed unire per ultimi i pinoli.

Disporre le polpettine in uno strato distribuendo sulla loro superficie il saor, fare un altro strato di polpettine ed altro saor sopra di queste, fino all'esaurimento delle polpette (chiudere con il Saor).
Conservarle in frigo.

*Si possono preparare prima, sono un ottimo secondo piatto fresco facilmente dosabile.Sono gustose anche senza saor, servite nei pirottini come freddo finger food*

domenica 15 giugno 2014

PROFUMI PER BIANCHERIA (CON LAVANDA)

Questi profuma -biancheria sono semplici da fare. Bastano degli steli di lavanda e del nastro di raso per realizzarne tanti e conservarli nei cassetti e negli armadi anche come antitarme naturale.


1. Tagliare alcuni steli di lavanda (circa 16-17) e legarli a mazzo circa 1 cm -1,5 cm sotto la spiga floreale. 


2. Piegare delicatamente gli steli all'indietro in modo di racchiudere i fiori in una specie di gabbietta.


3. Usando come base gli steli, tessere il nastro come per costruire un cestino, stringendo bene i fiori
     all'interno.


4. Proseguire ancora per 1,5 cm dopo aver racchiuso tutti i fiori all'interno.
    Legare strettamente gli steli con il nastro stesso e tagliare la parte eccedente.


5. Le dimensioni dei profuma- biancheria varieranno a seconda delle dimensioni delle spighe di lavanda 
    utilizzate. Cercare di usare spighe e steli dalle dimensioni simili per ottenere un risultato migliore.

sabato 14 giugno 2014

TRONCHETTI DI ZUCCHINE RIPIENI


Servono:
delle zucchine sode e fresche, possibilmente tutte del medesimo diametro e per il ripieno delle erbe aromatiche fresche: prezzemolo, erba cipollina, basilico, maggiorana, pochissima menta, grana grattugiato, 1 spicchio d'aglio piccolo, alcune fettine di cipolla.

Preparazione:
mettere a bollire dell'acqua leggermente salata con delle foglioline di menta e di basilico.
Intanto spuntare le zucchine e tagliarle a tronchetti di circa 3 cm, scavarle lasciando un sottile fondo e conservare la polpa estratta che servirà per il ripieno. Scottarle nell'acqua bollente per circa 1-2 minuti (devono rimanere al dente).
Affettare sottilmente uno spicchio d'aglio ed una piccola cipolla e farli appassire in una casseruola con 10 g di burro. Unire poi la polpa dei tronchetti, aggiustare di sale e pepe e cuocere per qualche minuto.
Passare la polpa così preparata in un tritatutto, assieme alla erbe aromatiche fresche ed un paio di cucchiai di grana. Trasferire il trito in una terrina ed incorporare la ricotta fresca, lavorando bene a lungo il composto.
Riempire poi i tronchetti abbondantemente con il ripieno preparato, formando con questo una alta cupoletta e deporre su questa un piccolo fiocchetto di burro.
Disporli man mano in una pirofila con della carta forno sul fondo ed infornare (in forno già caldo) a 200° fino a quando la cupoletta dei tronchetti si presenterà dorata.

*anche in questo caso non metto dosaggi precisi. I ripieni sono particolari, così come le erbe che si usano. Il gusto personale determina la riuscita di questo piatto molto semplice, ma di effetto.
L'aggiunta della menta e del basilico all'acqua di cottura della verdura lessata dona alla stessa un aroma delizioso, mentre se aggiunti al ripieno risulterebbero troppo "forti".*

martedì 10 giugno 2014

MINI FLAN COLORATI (con carote e fiori)

Servono:
300 g di carote (in questo caso più 50g di piselli)
70 g di frumina (o altro amido come fecola, maizena…)
2.2 dl di latte
1 cipolla
2 uova
80g di grana grattugiato
10g di burro
un filo di olio per gli stampi
sale e pepe
foglioline di timo

Preparazione:
lessare le carote a pezzetti assieme ai piselli per circa 15 minuti, in acqua leggermente salata.
Estrarre poi i pezzetti di carota e frullarli, scolare i piselli e tenerli da parte.
Affettare sottilmente la cipolla e farla imbiondire nel burro.
In una casseruola diluite la frumina con il latte e far addensare.
Frullare poi tutto insieme: i pezzetti di carota, la frumina con il latte,la cipolla, unire il grana, le uova,  sale e pepe più le foglioline di timo.
Unire alla fine i piselli interi.
La dose basta per 6 stampini di alluminio.
Per evitare di gettarli ogni volta, li fodero con quelli di silicone (antiaderenti) ed ungo di olio d’oliva solamente il bordo di quelli in alluminio. Chi non ama il pratico silicone può utilizzare la carta forno leggermente unta…
Cuocerli in forno preriscaldato a 200° per circa 25 minuti, per i primi 20 coperti con un foglio di alluminio(non a contatto).



* Molto comodi e semplici da preparare, si possono preparare anche in anticipo, oppure congelare. Con lo stesso dosaggio, si possono utilizzare anche altre verdure e, a seconda di quelle utilizzate, variare le erbe aromatiche per esaltarne il sapore.*   

sabato 7 giugno 2014

CESTINO (con carta da pacco...usata)


Questo cestino è fatto con semplice carta da pacco usata...Avrei potuto mettere quel foglio nel contenitore per riciclaggio, ma così gli ho dato una nuova funzione!
  
  1. Dal foglio di carta ritagliare 18 strisce lunghe quanto basta, alte 3 cm.
     Le strisce andranno piegate in tre e la chiusura delle stesse si dovrà trovare            all'interno del cestino (una volta confezionato).
  2. Avviare l'intreccio dalla base usando 12 strisce (6 X 2).
3. Dopo aver fatto il fondo proseguire in tondo con le altre 6 strisce preparate.
4. Aiutandosi con delle mollette il lavoro diventa sicuramente più agevole...
    Chiudere ogni giro con un punto nascosto di pinzatrice verso l'interno.

Finito l'inserimento delle strisce, ripiegare la parte superiore delle precedenti, fissandole verso l'interno (o l'esterno) con dei punti nascosti, sempre con la pinzatrice.
Decorare il cestino così ottenuto come la fantasia suggerisce.
Io ho utilizzato della rafia.

*Potrebbe diventare contenitore per una pianta (basta foderarlo con un sacchetto da congelatore), oppure per una composizione di fiori secchi profumati, inserendo all'interno della spugna per fioristi. Con un grazioso tovagliolo potrebbe diventare contenitore per biscotti o caramelle...
Carta da giornale (quella dei quotidiani), carta da regalo (stampata, magari a fiori) o altra carta per ottenere un piccolo grazioso cestino sempre diverso da usare in mille modi. Buon divertimento!*

venerdì 6 giugno 2014

CONFETTURA DI FRAGOLE, ROSE E MELISSA


Ingredienti:
130 g di petali di rosa sanissimi
30 g di foglioline di melissa fresche
840 g di fragole sane e mature
g 500 di zucchero semolato
La dose di pectina per 1 kg di frutta e 500 g di zucchero

Preparazione:
Pulire, lavare e tagliare le fragole a pezzettini.
Lavare velocemente le rose aperte e sfogliarle in modo da ottenere la quantità giusta di petali da tagliare poi a striscioline sottili, mescolandoli subito alle fragole tagliate.
Preparare le foglioline di melissa (senza il picciolo) e tritarle grossolanamente.
Mescolare la pectina alla dose di zucchero ed unirla agli altri ingredienti già pronti -in una pentola dal bordo alto- mescolando bene fino a quando l'insieme, che all'inizio si presenterà come una strana insalata, comincerà a produrre del liquido.
A questo punto mettere il recipiente sul fuoco e far bollire a fuoco vivace per tre minuti effettuando un velocissimo passaggio ad impulsi con il frullatore ad immersione, invasando bollente, dopo aver disperso l'eventuale schiuma mescolando per qualche secondo.
Capovolgere i vasetti una decina di minuti per aiutare la formazione del sottovuoto.

*Questa confettura profumatissima è molto veloce da fare ed il sapore è unico. Le rose devono essere aperte, non in bocciolo. La melissa, erba dall'aroma di limone, esalta il sapore ed il profumo dell'insieme.
A mio parere certi frutti perdono moltissimo con le cotture lunghe, e le fragole sono tra questi..La scelta dell'aggiunta della pectina è motivata per ottenere la giusta densità della confettura.*





mercoledì 4 giugno 2014

REPELLENTI PER ZECCHE (umani ed animali)



REPELLENTE PER ZECCHE (per umani)
In un flacone spray mettere 2 bicchieri di aceto bianco ed 1 bicchiere di acqua.
Per rendere la soluzione profumata ed allo stesso tempo repellente per i parassiti aggiungere 20 gocce di olio di eucalipto, o di menta,  oppure agrumi.
Con questa soluzione spruzzare pelle, capelli e vestiti.
Da applicare ogni quattro ore esaminando la pelle al ritorno per assicurarsi di non avere portato zecche a casa.

REPELLENTE PER ZECCHE (per animali)
In un flacone spray mescolare 2 bicchieri d'aceto ed 1 di acqua, più 2 cucchiai di olio (anche di mandorle).
Per ottenere un repellente che scoraggi anche le pulci, mescolare alla base anche 2 cucchiai di succo di limone, oppure olio di agrumi o menta.
Spruzzare ogni tanto sul pelo asciutto dell'animale evitando accuratamente le zone sensibili: occhi, naso, bocca..

domenica 1 giugno 2014

NOCI "FORESTA NERA"

Ingredienti:
1 uovo
1 pizzico di sale fino
50 g di zucchero semolato
220 g di farina 00
120 g di burro morbido
15 g di cacao amaro
1/2 cucchiaino di lievito per dolci

Preparazione:
frullare tutti gli ingredienti insieme, formare un soffice panetto e metterlo in frigo per mezz'ora circa.
Suddividerlo poi in circa ottanta piccoli pezzi dello stesso peso e cuocere le mezze noci con l'apposita piastra.
Farcirle con mascarpone e amarene.
Conservarle in frigo.